05/10/2015 Traffico 45bis Gardesana - Risposta dell'Amministrazione a lettera al Direttore Bresciaoggi

 Egregio Direttore, Le scriviamo dopo aver letto la lettera del Sindaco di Salò apparsa sul suo giornale il 1 ottobre u.s. L'Amministrazione Comunale di Toscolano Maderno condivide l’improrogabile necessità per i Comuni del Garda Bresciano di “abbandonare i campanili” a favore di scelte condivise per la programmazione e progettazione del territorio. E’ con questo spirito che stiamo trattando quello che  per l’Alto Garda è il principale problema ovvero la soffocante viabilità della SS 45bis Gardesana nel periodo estivo. Condividiamo meno il fin troppo facile riferimento a Toscolano Maderno ed ai sottopassaggi mancanti, come già emerso nell’incontro sulla viabilità tenuto a Tignale nel luglio scorso tra i Presidenti della Comunità Montana e della Provincia, l’Assessore Parolini ed il Capo dipartimento di ANAS Dott. De Lorenzo.

 
A nostro avviso la questione è ben più complessa. L'abitato di Toscolano Maderno si sviluppa sui due lati della SS45Bis per circa due chilometri. Lungo questo tratto di  Gardesana si contano circa quaranta immissioni stradali (senza contare i passi carrai dei singoli frontisti). Per la maggior parte di tali immissioni è possibile la svolta in entrambe le direzioni e dalle valutazioni effettuate sono queste immissioni, più che i singoli attraversamenti pedonali, ad impattare negativamente sulla 45bis.
 
La proposta dell'Amministrazione di Toscolano Maderno è,  pertanto, quella di sviluppare con ANAS una gestione unitaria delle immissioni sulla 45bis, da realizzarsi nel quadro di un piano unitario pluriennale che abbia l’obbiettivo di conseguire un miglioramento della percorrenza viabilistica generale. Riteniamo che questo obiettivo si può perseguire attraverso una diversa regolamentazione del transito sulle vie comunali che si affacciano sulla 45bis e la realizzazione di importanti opere infrastrutturali (rotonde/ razionalizzazione di accessi/sottopassi /ponti/svincoli) che conducono verso la parte superiore dell'abitato. Singoli sottopassi non sarebbero infatti sufficienti, visto già lo scarso utilizzo dell'esistente passaggio presso il cimitero di Maderno. Vi è poi la conformazione del territorio su vari livelli altimetrici che complica non poco la realizzazione di un sottopasso che, in altri casi vedi Limone sul Garda, ha positivamente impattato sulla viabilità della 45bis che attraversa il paese.
 
Oltre a quanto indicato, esiste anche una criticità specifica identificabile nella Piazza di Maderno. La prossimità alla riva del lago, il collegamento al lungolago, la presenza di chiese frequentate soprattutto nel weekend, rendono la Piazza di Maderno un autentico collo di bottiglia per l'accesso o l’uscita dall’Alto Garda.
 
L'Amministrazione comunale è intervenuta apponendo barriere fisiche all’attraversamento. Tale accorgimento si è rilevato essere comunque insufficiente a garantire fluidità al traffico data la presenza di ben tre passaggi pedonali che, vista la conformazione della Piazza, risultano difficilmente sopprimibili. Si stanno per questo valutando soluzioni radicalmente differenti che tengono conto delle misurazioni sul traffico realizzata nel luglio scorso i cui dati, presto, saranno disponibili per gli enti realmente interessati a valutare una diversa gestione dell'intero  traffico della Gardesana.
 
Come ben ricordato dal Sindaco Cipani, una volta “abbandonati i campanili” sarà finalmente possibile individuare le priorità per le nostre comunità e convogliare forze economiche e politiche a supporto di interventi idonei a risolvere quelle questioni si trascinano  da decenni.  Toscolano Maderno assicuriamo non farà mai mancare il suo costruttivo apporto.