28/01/2015 SEPARAZIONE E DIVORZIO CON PROCEDURA SEMPLIFICATA DIRETTAMENTE ALL'UFFICIO DI STATO CIVILE

 

Comune di TOSCOLANO MADERNO
Provincia di Brescia
 
- UFFICIO DI STATO CIVILE -
SEPARAZIONE E DIVORZIO CON PROCEDURA SEMPLIFICATA DIRETTAMENTE ALL’UFFICIO DELLO STATO CIVILE

IL SINDACO
VISTO Decreto Legge 12 settembre 2014, n. 132, convertito con modificazioni dalla Legger 10 novembre 2014, n. 162;
VISTA la circolare Ministero dell’Interno – Direzione Centrale dei Servizi Demografici – n. 19/2014 in data 28.11.2014;
RENDE NOTO CHE
A far data dal 11 dicembre 2014 i coniugi, che intendano far cessare gli effetti del matrimonio, possono concludere un accordo di separazione personale, ovvero di scioglimento o di cessazione degli effetti civili, nonché delle condizioni di modifica di separazione o di divorzio, innanzi al Sindaco quale Ufficiale dello stato civile, (con l’assistenza facoltativa di un avvocato).
L’accordo di separazione e divorzio consensuali potrà essere concluso presso l’ufficio di stato civile, esclusivamente qualora: NON ci siano figli minori, ovvero maggiorenni incapaci (1), portatori di handicap grave ai sensi dell’art. 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, economicamente non autosufficienti; non serva alcun atto di disposizione patrimoniale (ad esempio relativo alla casa di proprietà, l’assegno di mantenimento, etc).
RICORDA
Che per procedere a separazione o divorzio (scioglimento o cessazione degli effetti civili) la legge prevede, altresì, le seguenti procedure: Giudiziale, cioè presso il Tribunale assistiti almeno da un legale. All’estero, presso le competenti autorità, qualora almeno uno dei due coniugi sia straniero o viva all’estero. Consensuale, con la sola assistenza del legale (almeno uno per parte) che porrà in essere ogni ulteriore adempimento.
L’Ufficio di Stato Civile è a disposizione per eventuali informazioni e, qualora si scelga di effettuare tale procedura, è necessario prendere preventivamente accordi con i dipendenti incaricati.
Dalla residenza comunale, lì 28.01.2015
IL SINDACO
Castellini Delia Maria


(1) per quanto attiene alla condizione d'incapacità dei figli maggiorenni, va riferito al tradizionale regime civilistico dell'incapacità di agire ed ai correlati istituti (tutela, curatela, amministrazione di sostegno).