30/09/2019 Avant-Garda 2019 L'innovazione gastronomica e' qui

 Avant-Garda 2019 L'innovazione gastronomica e' quiIl 6 e 7 ottobre il Comune di Toscolano Maderno grazie a ItaliaSquisita ed avvalendosi del supporto di Regione Lombardia (bando #viaggioinLombardia) realizzeranno un evento dedicato alle produzioni più significative della sponda bresciana del lago di Garda.
L’evento sarà strutturato in due giornate, per permettere sia ai produttori che ai professionisti dell’alta ristorazione di avere spazio sufficiente per poter parlare di questo territorio. La due giorni sarà così strutturata:

domenica 6 ottobre
Ore 17.00 preview della festa sul lungolago di Toscolano Maderno, dove produttori di eccellenze del luogo e giovani cuochi autoctoni presenteranno il loro territorio e il programma di tutto l’evento. (Programma)
Ore 19.30 inizierà la festa che coinvolgerà la scena gastronomica del Lago di Garda, costituita da grandi chef e giovani emergenti, panificatori e pizzaioli, pasticceri, mixologist di rilievo per un totale di 30 professionisti. La festa si terrà a Villa Zani, edificio storico sul pittoresco porticciolo di Toscolano e aprirà un primo confronto pratico sulle materie prime del territorio lacustre.
Il contributo per potervi partecipare sarà interamente devoluto all'associazione APD La Fario Z.P.S. (Programma, chef e prenotazioni).

lunedì 7 ottobre
A partire dalle ore 10, nella meravigliosa Valle delle Cartiere di Toscolano Maderno chef e produttori, giornalisti ed esperti del settore enogastronomico si riuniscono nelle sale del Museo della Carta per discutere delle nuove tendenze e sperimentazioni nel campo dell'alta cucina.
In questo primo congresso organizzato da ItaliaSquisita saranno presenti 5 chef gardesani e 5 chef “forestieri” che si confronteranno sull’utilizzo di prodotti tipici della zona del Garda (limone, olio extravergine, capperi, zafferano e pesce di lago) e sull’utilizzo di quegli stessi ingredienti, simili solo nell’aspetto ma differenti per provenienza, nel resto della penisola.
Le diverse visioni di questi chef alimenteranno il dibattito, mettendo in luce la biodiversità e la complessità delle materie prime in Italia e il loro utilizzo nell'alta cucina contemporanea.(Programma congresso)

Questi dieci chef si susseguiranno quindi sul palco e avranno circa 20/30 minuti a testa per esprimere il proprio pensiero e per raccontare il loro lavoro sperimentale riguardo il prodotto assegnatogli, anche grazie al supporto di contenuti multimediali.

Di seguito gli chef del territorio del Garda che hanno confermato la loro presenza al congresso:

Stefano Baiocco di Villa Feltrinelli - Gargnano
Leandro Luppi di Vecchia Malcesine - Malcesine
Alfio Ghezzi (prossima apertura) - Limone del Garda
Peter Brunel di PB - Riva del Garda
Annalisa Borella - consulente di Pasticceria

Gli chef "forestieri" che hanno già confermato la loro presenza al congresso:

Cristiano Tomei de L'Imbuto - Lucca
Iside De Cesare de La Parolina - Viterbo
Paolo Lopriore de Il Portico - Como
Terry Giacomello di Inkiostro - Parma
Moreno Cedroni de La Madonnina del Pescatore – Senigallia