Colonna con Leone S. Marco

Piazza S. Marco,
25088 Toscolano Maderno (Bs)

La colonna originaria, che rappresentava un leone alato in pietra con il Vangelo, fu innalzata dai madernesi nel 1610 in onore della Repubblica Veneta che in quel tempo dominava la nostra zona. Alla caduta della Repubblica Veneta un gruppo di rivoluzionari tolse il leone in pietra che fu, trasportato al largo del golfo e gettato nel lago con una corda al collo e un grosso sasso. Ma il simbolo sopravvisse nella coscienza popolare tanto che, dopo un secolo, si sentì la necessità di rimettere sulla colonna un nuovo leone. L’opera attuale è in bronzo e fu scolpita dallo scultore Ettore Ximenes di Roma, grande amico di Giuseppe Zanardelli.  Gli abitanti furono molto delusi quando scoprirono che l’animale era di bronzo, di modeste dimensioni e soprattutto era privo del Vangelo. Ma per un riguardo nei confronti di G. Zanardelli, in quel momento Presidente del Consiglio, fu deciso di porlo ugualmente sulla colonna nel dicembre 1902.Per le sue dimensioni e l’aspetto, i madernesi gli appiopparono il nomignolo di “ El Gat” (il gatto).